stampa pagina

Il territorio

Gli edifici scolastici dei plessi Pirandello, Graziosi, Pieve Fosciana e Quartararo sono collocati nel quartiere Magliana; l’edificio dei plessi Capponi si trova nel quartiere Trullo. L'Istituto Comprensivo "Sandro Onofri", già "Via Cutigliano", opera dunque nel territorio dell'XI Municipio di Roma (ex XV).

Il Municipio di comune appartenenza si caratterizza per la sua grande estensione e alta densità abitativa determinata soprattutto dalla popolosità dei quartieri Magliana e Marconi. Le caratteristiche dei quartieri in cui opera la scuola sono assimilabili, per peculiarità, a quelli delle periferie della città dove l'alta densità abitativa si associa a forme di degrado urbanistico, alla scarsità di spazi verdi qualificati, alla sofferenza dei servizi socio-sanitari sul territorio, ma anche ad occasioni di confronto ed arricchimento legate alla varietà culturale e linguistica che caratterizzai suoi abitanti.

Nel tempo, queste condizioni di difficoltà hanno determinato la crescita di partecipazione attiva da parte dei residenti, tendenza che ha prodotto forme di associazionismo e di iniziative nel terzo settore.

Gran parte delle associazioni sono da tempo state identificate dalla scuola come partner importanti per la costruzione di una offerta formativa aperta alle problematiche del territorio, soprattutto quando le iniziative territotiali convergono con le finalità che la scuola si propone, e cioé:

  • accompagnare la crescita personale dei ragazzi sostenendone la curiosità per la scoperta del sé e degli altri;
  • accompagnare lo sviluppo della conoscenza come motore per qualificare il rapporto col mondo;
  • accompagnare la costruzione delle identità personali e culturali degli allievi con la consapevolezza del loro carattere negoziale e aperto;
  • stimolare la consapevolezza che la scuola è una comunità educante aperta che lavori per il bene dei ragazzi e di tutti, costruendo universi di valori condivisi;
  • costruire una solida formazione di base che consenta a tutti gli allievi di acquisire gli strumenti necessari per continuare ad imparare lungo tutto l'arco della vita;
  • sostenere la funzione dell'istruzione come strumento efficace nelle dinamiche della mobilità sociale.